SUCCESSO PER LA SESTA BONDONE NORDIC SKI MARATHLON

foto e testi Pegaso Media

Successo per la sesta Bondone Nordic Ski Marathon Kowalczyk concede il bis, Ferrari precede Brigadoi

La pluricampionessa olimpica Justyna Kowalczyk e il modenese Francesco Ferrari hanno apposto il proprio sigillo sulla 30 chilometri in tecnica libera della sesta edizione della «Bondone Nordic Ski Marathon», che con 350 iscritti distribuiti sulle due giornate ha fissato il proprio nuovo record in tema di partecipazioni. Dopo il successo nella 30 chilometri a passo alternato di sabato la polacca del Robinson Ski Team si è ripetuta nella prova in skating, dominatrice incontrastata e quinta assoluta nella graduatoria comandata dai due portacolori del SottoZero Nordic Team Francesco Ferrari e Mauro Brigadoi, primo e secondo in parata sotto al traguardo nella prova maschile. Nella 15 chilometri, invece, a salire sul gradino più alto del podio sono stati il venostano Florian Cappello e l’atleta di casa Agata Marchi.

Oltre 150 atleti hanno preso parte alla gara in tecnica libera, disputata in un clima primaverile, che ha reso ancor più duro e selettivo il tracciato, ricavato sulla pista rossa Val del Merlo, sulla pista blu Gervasi e sulla pista nera Cercenari.

Nella gara maschile, dopo una breve fase di studio, ha preso il comando un gruppetto di cinque atleti, alla presenza di tutti gli attesi protagonisti, ovvero il modenese Francesco Ferrari, il trentino della Val di Fiemme Mauro Brigadoi, il polacco Mateusz Chowaniak, l’altoatesino Florian Cappello e Marco Mosconi del Team Futura, seguiti a distanza da Giovanni Gerbotto e dal portacolori del Gs Marzola Stefano Detassis. Le carte si sono rimescolate quando Cappello e Mosconi hanno deviato sul percorso breve di 15 chilometri. L’atleta della Val Venosta è riuscito ad avere la meglio nella sfida per la vittoria, primo con il tempo di 40’19”. Mosconi ha chiuso secondo con un distacco di 15”, mentre a completare il podio è stato il beniamino di casa Stefano Detassis, terzo a 47”. Poco dopo, la sciatrice del Gs Marzola Agata Marchi ha tagliato a braccia alzate il traguardo della 15 chilometri femminile, bissando la vittoria del 2018: 45’56” il tempo della vincitrice, che ha lasciato a 6’33” la seconda classificata Patrizia Panizza (Team Futura) con Roberta Piron (Sci Nordico Terme Euganee) terza a 8’04”.

L’attenzione si è poi spostata sulla 30 chilometri, dominata dagli atleti del SottoZero Nordic Team Ferrari e Brigadoi, che grazie a un bel gioco di squadra hanno operato un bel forcing in salita e si sono liberati della scomoda compagnia del polacco Mateusz Chowaniak, staccatosi a tre chilometri dall’arrivo. A quel punto, con Brigadoi già vincitore della gara in alternato di sabato e sicuro del successo nella graduatoria della due giorni, a prendersi gli applausi e il primo gradino del podio è stato il modenese Francesco Ferrari, che ha preceduto di 2” il fiemmese, con il polacco Chowaniak terzo a 1’00”. A completare il trionfo del SottoZero Nordic Team è stato Giovanni Gerbotto, quarto a 2’47”. La pluridecorata Justyna Kowalczyk ha chiuso al quinto posto assoluto in 1h33’39”, dominatrice come da pronostico della prova in rosa. La polacca ha sfruttato la gara delle Viote per un valido allenamento, accompagnata sul podio da Marta Gentile del Team Futura e da Elisabetta Amici dello Sci Club Valsassina, seconda e terza con un ritardo di 31’07” e 35’50”.

Anche le gare in skating, al pari di quelle in tecnica classica di sabato, hanno assegnato punti per la Coppa Italia Ligu Master e Cittadini, sulla distanza di 15 chilometri per le donne e per gli uomini di categoria 4 e 5, di 30 chilometri per gli uomini di categoria 1, 2 e 3. Fra i Master 1 si è imposto Giovanni Gerbotto (SottoZero Nordic Team), emulato tra i Master 2 da Roberto Capanni (Sci Nordico Bismantova) e tra i Master 3 da Marco Crestani (Team Futura). Il migliore dei Master 4, sui 15 chilometri, è stato Domenico Invernizzi (Sci Cluc Comunità Montana Valsassina), il primo dei Master 5 Giuliano Secco dell'Us Primiero. Nelle categorie femminili, invece, affermazioni per Elena Leonardelli (Made 2 Win) nella F1, Patrizia Panizza (Team Futura) nella F2, per Paola Leonardi (Polisportiva Lizzanella) nella F3 e Carla Lagori (Ski Nordico Torino) nella F4. Per quanto concerne le combinate, Stefano Detassis si è aggiudicato quella riservata alle due 15 km maschili, Vania Zanatta quella riservata alle due 15 km femminili, Mauro Brigadoi quella riservata alle due 30 km maschili e Justyna Kowalczyk quella riservata alle due 30 km femminili.

Sfoglia la rivista DI FEBBRAIO 2020

Sfoglia il numero di gennaio 2020

Sfoglia il numero di dicembre 2019

Sfoglia il numero di novembre 2019

Sfoglia il numero di ottobre 2019 di Universo Nordico.

Buona lettura.

Classifica Finale Coppa Italia 2019

  • Regolamento Coppa Italia 2019
  • Regolamento Tecnico Federale 2019
  • VAI ALLE CLASSIFICHE 2019
  • La classifica di Coppa Italia 2018
  • Sfoglia il numero di settembre 2019 di Universo Nordico.

    Buona lettura.

    Sfoglia il numero di febbraio 2019 di Universo Nordico.

    Buona lettura.

    Sfoglia il numero speciale sul Tour de Ski 2019 di Universo Nordico.

    Buona lettura.

    Sfoglia il numero 50 di Universo Nordico.

    Buona lettura.

    Sfoglia il numero 49 di Universo Nordico.

    Buona lettura.

    Sfoglia il numero 48 di Universo Nordico.

    Sfoglia il numero 47 di Universo Nordico.

    Buona lettura.

    Sfoglia il numero 46 di Universo Nordico.

    Buona lettura.

    Sfoglia il numero 45 di Universo Nordico.

    Buona lettura.

  • La classifica di Coppa Italia provvisoria 2018